Gestione delle vendite: la data strategy di Quix

il 17 dicembre 2020

Il processo di gestione delle vendite deve innovare profondamente il proprio modello organizzativo, non più in linea con le odierne esigenze di mercato. Alla rete vendita e a tutto il settore sales viene infatti richiesto di gestire e supportare volumi di informazioni sempre crescenti, impossibili da gestire per numero e complessità, dai più tradizionali strumenti digitali.   

In un settore così delicato, su cui incide anche la reputation dell’azienda, occorre che il processo di innovazione digitale sia promosso da un importante change management in grado di guidare tutto il progetto di trasformazione tecnologica. Se il digitale è l’acceleratore, il cambio di marcia deve essere innescato necessariamente dal management aziendale, l’unico a poter ispirare la trasformazione digitale in ogni settore dell’impresa.   

 

Gestione delle vendite: come recuperare efficienza 

Uno dei principali ostacoli all’innovazione di questo settore è la frammentazione e stratificazione dei software e dei processi adottati quasi sempre durante lunghi periodi di tempo. Tutto questo contribuisce a rallentare il flusso di informazioni e la condivisione dei dati tra tutti gli attori coinvolti (vendite, produzione, distribuzione). Se a questo si aggiunge anche l’obsolescenza delle piattaforme utilizzate o addirittura l’elevata percentuale di attività effettuate ancora manualmente, si intuisce come la gestione vendite risulti in affanno e in perenne ritardo nel soddisfare le esigenze di una clientela dalle aspettative sempre più elevate.  

Occorre recuperare tempestività di azione efficientando i processi, adottando una data strategy che attraversi tutti i settori in modo da uniformare comunicazioni e facilitando gli strumenti di condivisione. Garantire la certezza e la trasparenza del dato è essenziale per recuperare velocità e ridurre i tempi di attesa del cliente, favorendo non ultimi, anche tutti i servizi post-vendita. L’arricchimento dei dati con informazioni provenienti da più settori (produzione, marketing, sales, assistenza) permette di intercettare e prevedere altresì le nuove necessità dei clienti migliorando sensibilmente la loro customer journey e la reputation del brand.   

 

Primo obiettivo per Quix: abbattere il time consuming 

Abitudini consolidate, attività ripetitive, inefficienze dei programmi utilizzati, mancate comunicazioni, tutto converge verso un unico risultato: time consuming. Per abbattere drasticamente questo fattore invalidante dell’operatività occorre lavorare intensamente sui flussi operativi. 

Per farlo Quix si affida a un approccio agile, indipendente dalla piattaforma utilizzata dall’azienda, recuperando nella metodologia di gestione dei flussi quell’efficienza andata perduta. I clienti, soprattutto quelli B2B, richiedono tempi di risposta immediati: questo comporta una riduzione dei tempi di gestione degli ordini, degli approvvigionamenti e della produzione, fino ad arrivare alla gestione del magazzino e del supporto alla vendita.

Per ottimizzare occorre per prima cosa ascoltare e imparare la lingua parlata dal cliente. Quix, nel suo approccio consulenziale, analizza i complessi processi aziendali al fine di ottimizzare l’utilizzo delle risorse e ricercare nuove energie che portino a una forte riduzione del time consuming. Analizzare i reali fabbisogni e identificare i KPI corretti consente di trovare insieme al cliente, e in tempi molto ridotti, le soluzioni ai vari problemi.

 

L'innovazione passa soprattutto da formazione ed engagement

In Quix riteniamo che il processo di innovazione passi necessariamente attraverso un percorso di formazione di tutti gli attori coinvolti, arrivando ad affermare che l’engagement dei key users è altrettanto importante dell’introduzione di nuove piattaforme tecnologiche. Adottare nuove e più innovative tecnologie collaborative rimane un’operazione fine a sé stessa se non viene affiancata da un profondo coinvolgimento di quanti andranno, quotidianamente, a utilizzarle. Automatizzare, mediante soluzioni custom, le operazioni più ripetitive, anche per la gestione delle vendite, consente di liberare tempo prezioso che deve essere subito reinvestito per migliorare sia la qualità del lavoro sia la produttività. Solo in questo modo è possibile innescare un circolo virtuoso che permetta all’azienda di tornare competitiva sul mercato.    

 

Essere parte del cambiamento: il segreto di Quix 

Condividere gli obiettivi del cliente e i suoi desideri è per Quix di primaria importanza. Come consulenti accompagniamo l’azienda al di fuori della sua tradizionale zona di comfort per affiancarla durante tutto il percorso di trasformazione in impresa data driven. Declinare soluzioni tecnologiche sulle peculiarità del cliente è possibile solo attingendo a una vasta esperienza maturata sul campo. Esperienza che ci porta a definire in tempi brevi le priorità di intervento, riducendo tempi e costi della fase progettuale. 

Implementa Salesforce con i tre pillar che danno valore al tuo business, clicca qui e scarica il White Paper