Energy Manager: tutto quello che devi sapere sulla Green Economy

il 25 novembre 2020

Quello che sta accadendo oggi solo pochi anni fa sembrava impensabile. I segnali cominciano ad essere sempre più evidenti.

È ormai noto il modello di sviluppo economico che valuta l’attività produttiva non solo in base ai benefici derivanti dalla crescita, ma anche in relazione al suo impatto ambientale. Stiamo parlando della green economy.

 

L’ economia verde è un modello di sviluppo dove si tiene conto dell’ impatto ambientale causato dall’estrazione, dal trasporto e dalla lavorazione delle materie prime, operazioni ad alto consumo e di grande impatto sulla natura.

Tutte le imprese sono chiamate a fare la loro parte per uno sviluppo sostenibile. In particolare, l’obiettivo degli investimenti sia pubblici che privati è quello di ridurre l’inquinamento e aumentare l’efficienza di energia e risorse.

 

All’interno del Rapporto "Green Italy 2020", pubblicato il 29 Ottobre, emergono notizie positive per l’ Italia.

Il rapporto fotografa come negli ultimi 5 anni circa 1/3 delle imprese italiane abbia effettuato investimenti cosiddetti “green”. Tali investimenti si sono tradotti in un maggiore utilizzo di fonti rinnovabili, un minore consumo energetico, una riduzione dell’ uso di materie prime e del consumo di acqua e in diverse innovazioni di processi e di prodotti. Un’analisi svolta su un campione di mille imprese, selezionate fra quelle che avevano effettuato investimenti “green”, illustra come quest’ultime abbiano una propensione alla risposta maggiore; in altri termini sono quelle che stanno resistendo meglio alla crisi e da cui ci si aspetta una ripresa più rapida.

 

L’undicesimo rapporto “Green Italy 2020” registra inoltre un crescente interesse delle aziende nei confronti di sostenibilità ed efficienza. Le aziende eco-investitrici innovano di più (73% contro 46%), investono maggiormente in R&S (33% contro 12%) e hanno in programma di utilizzare (o utilizzano maggiormente) tecnologie 4.0.

Il binomio digital e ambiente è in grado di rafforzare la capacità competitiva delle aziende italiane. Quelle green e orientate al 4.0 hanno visto infatti nel 2020 un incremento di fatturato nel 20% dei casi, a fronte di un 16%  delle sole imprese green e del 9% delle non green.

(fonte:https://www.symbola.net/ricerca/greenitaly-2020/)

 

La tua impresa si sta preoccupando di essere più efficiente e sostenibile?

 

Per farlo è necessario dotarsi di strumenti che riducano le operazioni di routine al fine di concentrarsi maggiormente su ricerca e innovazione. 

La piattaforma Qpower realizzata da Quix ha l’obiettivo di supportare l’ufficio energia automatizzando le attività ricorsive e time consuming e restituendo il tempo necessario per le attività di innovazione ed evoluzione.

Non solo, si occupa di eseguire i calcoli necessari per valutare la bontà dei diversi scenari evolutivi, garantendo agli Energy Manager di soddisfare la propria missione aziendale: ottimizzare e innovare.

 

 

Scopri Qpower