Quali sono gli effetti della amministrazione Biden sul mercato energetico?

il 1 febbraio 2021

L'insediamento di Joe Biden alla presidenza degli Stati Uniti d'America, ha portato un evidente cambio di rotta sulle politiche energetiche di uno dei principali produttori e consumatori di energia mondiale.

Uno dei primi provvedimenti firmati è il rientro degli USA nel trattato sul clima di Parigi da cui il precedente presidente Trump era uscito ufficialmente in Novembre tra lo sconcerto di tutti i paesi industrializzati.

Questa firma ha un forte impatto mediatico, ma per gli analisti la vera svolta è legata alla decisione di investire 2 trilioni di dollari nei prossimi 4 anni per incrementare in modo sostanziale l'utilizzo di energia pulita nei settori dei trasporti, dell'energia elettrica e nelle costruzioni.

La promessa era stata fatta durante la campagna elettorale (14 Luglio 2020, fonte New York Times) e Biden ha tenuto fede alla parola data anche se non sarà così semplice in quanto la macchina burocratica richiede tempo per definire le nuove regole e metterle in pratica.

 

Quello che però gli analisti danno per assodato è che ci saranno parecchie novità rispetto alla amministrazione precedente che aveva invece una impronta molto "tradizionale" e legata alle fonti più tradizionali e consolidate. 

 

Un investimento di questa portata in un paese che ha da sempre dettato, nel bene e nel male, gli standard mondiali porterà a innovazione e cambiamenti nel mercato energetico, e sarà compito degli Energy Manager saper cogliere le opportunità che si presenteranno con velocità crescente.

 

Come affrontare uno scenario in forte evoluzione?

Come visto i prossimi anni porteranno tante opportunità di innovazione, di cui molte inedite e sarà compito degli Energy Manager valutarle per capire quali potranno portare beneficio e quali no.

Per farlo sarà necessario implementare un metodo di valutazione che si basi su simulazioni data-oriented in grado di utilizzare i dati di consumo e di produzione per poterli mappare su scenari alternativi da comparare alla ricerca della migliore combinazione.

La piattaforma Qpower realizzata da Quix ha l’obiettivo di supportare l’ufficio energia automatizzando le attività di calcolo di scenari evolutivi per poterli confrontare alla ricerca della migliore evoluzione per la propria società.

 

 

Scopri Qpower